Tutte le succose novità di WordPress 2.6

Dopo più di un mese di sviluppo oggi è stata ufficialmente rilasciata la versione stabile di WordPress 2.6 come potete leggere anche dal blog ufficiale del team di sviluppatore del celebre CMS. Come da tradizione il nome in codice di questa versione è quello di un famoso jazzista: per la cronaca la versione WordPress 2.6 è stato dedicato al pianista McCoy Tyner, per cui se vedete in giro il nome dell’ultima versione di WordPress accostato a quello di Tyner ecco spiegato l’arcano.

Chi segue puntualmente WordPress Italy avrà già una vaga idea delle numerose funzionalità introdotte in questa versione, diverse della quali erano state anticipate da Matt all’iWordCamp 2008 il 10 maggio scorso e che come promesso sono state immediatamente introdotte nella nuova major release di WordPress.

Per i più curiosi ecco in breve cosa troverete di nuovo in WordPress 2.6 una volta aggiornato.

Sistema di revisione dei post

E’ stato introdotto un sistema che tiene traccia delle modifiche che effettuate agli articoli in modo da tenere traccia di tutti i cambiamenti proprio come viene effettuato sui Wiki. Questa funzionalità è indubbiamente molto utile se siete soliti scrivere articoli a più riprese in modo da aver sempre ben presente quello che avevate scritto in precendenza e che magari avete modificato senza però successo in modo da poter sempre avere la possibilità di tornare indietro ed anche per tutti quei blog/siti gestiti da più autori per evitare che le modiche effettuate ad un ariticolo da qualcuno spazzino via completamente il lavoro effettuato da qualcun altro in precendenza.

Pubblicazione degli articoli via Bookmarlet

Visto il grande successo di sistemi di microblogging come Tumblr, Meemi, Twitter e compagina bella si è voluta introdurre la possibilità di pubblicare nuovi contenuti sul proprio blog con la stessa semplicità e velocità: ovvero cliccando semplicemente su un bookmark/segnalibro. Quindi d’ora in poi non appena avrete aggiornato vi basterà trascinare nella barra dei bookmark del vostro browser l’apposito link che vedrete segnalato alla destra dell’editor di testo per la scrittura di nuovi articoli.

Supporto per Gears

Gears è un’applicazione open source sviluppata da Google che permette in sostanza il salvataggio in locale di un sito per poterlo utilizzare anche quando si è offline. Ovviamente il sito in questione deve essere stato progettato per funzionare con Google Gears. Con questa release di WordPress è stato introdotto il supporto a Gears per quanto riguarda la parte di amministrazione e nello specifico se deciderete di mettere il Turbo alla vostra Dashbord, Gears salverà in locale tutti i Javascript ed i CSS utilizzati dal pannello di amministrazione di WordPress garantendovi un notevole miglioramente per quanto riguarda la velocità di caricamento e visualizzazione delle pagine della Dashboard.

Gears attualmente è disponibile per Firefox ed Internet Explorer mentre il supporto per Opera e Safari è in fase di sviluppo.

Anteprima dei temi

Adesso quando vorrete attivare un nuovo tema, un a volta selezionato vi comparirà in una finestra di popup un anteprima del vostro sito con il nuovo tema in modo da poterlo vedere prima che sia visibile a tutti e poter stabilire se fa al caso vostro o ha qualche cosa da sistemare prima che lo facciano i vostri lettori per voi.

Tra le altre interessanti novità degne di nota abbiamo:

  • Conteggio delle parole: adesso non devrete più utilizzare altri programmi per sapere quante termini contiene il vostro articolo
  • Didascalie dell immagini: sotto alle immagini sarà possibile inserire una più o meno breve didascalia proprio come fa il Political Ticker
  • Gestione di massa dei plugin: ora potrete selezionare uno ad uno tutti i plugin che volete attivare o disattivare in contemporanea ed avrete una suddivisione tra plugin attivi/disattivati recentemente/disattivati
  • Riordinamento delle gallerie fotografice via trascinamento
  • Notifica dei nuovi plugin tramite “fumetto” (come per i nuovi commenti)
  • Personalizzazione degli avatar di default
  • Possibilità di caricamento di nuovi file multimediali anche in modalità dell’editor a schermo pieno
  • Pubblicazione via XML-RPC e APP disattivata di default (per ragioni di sicurezza) anche se si può facilmente riattivare dal pannello di amministrazione
  • Piena compatibilità con il protocollo SSL con la possibilità di forzare l’utilizzo del protocollo SSL per questioni di sicurezza
  • Possibilità di avere migliaia di pagine e/o categorie senza problemi di visulizzazione
  • Possibilità di spostare i file wp-config e wp-conte in posti differenti dalla radice del vostro spazio web per poter effettuare aggiornamenti via SVN più “puliti”
  • Possibilità di selezionare più checkbox contemporaneamente con tenendo premuto shift e quindi cliccando
  • Possibilità di passare dall’uploader Flash a quello classico velocemente
  • Diversi miglioramenti per quanto riguarda la sicurezza (in particolare per quanto riguarda i coockies e l’interazione col database)
  • Nuove versioni di TinyMCE, jQuery, e jQuery UI
  • Sono stati risolti circa 194 bug.

Ecco un video effettuato dal tema di sviluppo per mostrare a tutti gli utilizzatori di WordPress le novità di quest’ultima versione all’opera.

Che dire? WordPress si sta sempre più emancipando dal mondo dei blog e si sta evolvendo diventando ad ogni aggiornamento un CMS completo e che si presta a molteplici utilizzi. Quest’ultima release, come ha ricordato Paolo ultimamente, gira su WordPress.com da diversi giorni (se non settimane) e quindi è sufficientemente stabile per poter essere messa subito all’opera. Personalmente la utilizzo con un numero di plugin non indifferente e non ho riscontrato nessun problema.

In ogni caso per l’aggiornamento seguite pedissequamente i soliti consigli per evitare brutte sorprese.

Articolo interessante?

Rimani sempre aggiornato abbonandoti ai feed RSS di questo sito oppure riicevi comodamente gli aggiornamenti via e-mail.

Commenti

  1. dice

    @Marco

    Credo che gli utenti per poter caricare delle foto devono avere come livello quello di Contributori se non di Editori.

    Devi andare quindi nelle impostazioni e settare come livello minimo di default per i nuovi utenti registrati quello di Contributori.

    In ogni caso chiedi delucidazioni sul forum di WordPress-IT

  2. dice

    una novità del 2.5 (e scusami se questo articolo è sul 2.6) è l’hashing con phpass (come phpbb3) invece di md5 che ormai era obsoleto. talmente interessante che intendo usarlo per la mia applicazione web. Più in generale ci sono importanti aggiornamenti di sicurezza.

  3. dice

    Ottimo articolo,
    mi serviva proprio una carrellata sulle nuove funzioni.
    Hanno fatto davvero un ottimo lavoro con la nuova release.
    Appena ho un pò di tempo aggiorno.

    Ultimamente sto lavorando parecchio con i template e sto scoprendo la flessibilità di WordPress in toto.
    Devo dire che hanno davvero pensato a tutto, ed è tutto esattamente dove te lo aspetti.
    Sembrerebbe quasi un prodotto apple… :D

Trackbacks

  1. Come attivare il supporto SSL su WordPress 2.6….

    WordPress 2.6 include un supporto migliore per visitare la sezione di amministrazione via SSL.
    Questa funzione ha bisogno che i cookie di autorizzazione siano inviati esclusivamente attraverso sessioni HTTPS (cifrate).
    Per permettere questa possibilit….